logo Barbarhouse
 
logo Barbarhouse
 

San Martino, la festa più amata dai salentini

Ricorrenza d`autunno, amatissima e festeggiata dai salentini come una vera festa comandata, quasi al pari del Natale o di Ferragosto, gioiosa quanto una Pasquetta d`autunno, San Martino è una data che non passa inosservata. Sia che si tratti di riunioni in famiglia, sia che ci si incontri nelle tante feste di paese che profumano di caldarroste le viuzze dei centri cittadini, l`11 novembre è una data che sui calendari del Salento andrebbe stampata in rosso.

A San Martino ogni mosto diventa vino. Barbarhouse. ph. Slow Food Neretum

 

Ogni mosto diventa vino... a San Martino

Quella di San Martino è una ricorrenza semplice, all`insegna del convivio, nata sulla scia del proverbio “A San Martino ogni mosto diventa vino”. Il Salento è terra di viticoltura sia a livello professionale, sia di lunga tradizione familiare dove piccoli proprietari persistono nella vendemmia anche di poche piante per avere un vino “fatto in casa” da portare in tavola.

E così, in questo giorno di novembre, ci si ritrova per assaggiare in compagnia il vino novello, quello della tanta fatica tra i filari delle vigne, quello della fortuna di una buona annata, fatto in compagnia di amici che si offrono come man forte durante una festa della vendemmia, o quello prodotto con cura e dedizione dalle numerose ed eccellenti cantine che profumano ogni parte del Salento.

I vigneti del Salento. Barbarhouse

 

Le immancabili ricette del San Martino Salentino

Come ogni festa che si rispetti, anche quella di San Martino ha un menu che la rende riconoscibile, profumatissima, saporita. Si tratta di poche cose semplici ma immancabili come ricette, durante le cene in famiglia o con gli amici. La salsiccia, meglio se cotta alla brace, le castagne calde appena abbrustolite, i finocchi, le noci e i mandarini: sono tutti i sapori dell`autunno salentino, su cui poi scorre il buon vino novello.

San Martino 2020 è diverso, molto particolare, poco conviviale forse, ma sulle tavole dei salentini di certo non mancheranno tutti questi elementi semplici ed essenziali, da condividere anche solo sui social, per poter sentire di stare insieme a San Martino, con i cuori vicini, anche se, per una volta tanto, bisognerà rimanere a distanza fisica.

 


Condividi: