logo BarbarHouse Case Vacanze
 
logo BarbarHouse Case Vacanze
 

Vacanze nella città vecchia di Gallipoli

Il borgo antico nel mare, vacanze suggestive in città vecchia di Gallipoli

Quando dici Gallipoli, dici tante cose tutte insieme: anzitutto mare, spiagge, divertimento. E poi anche storia, cultura, architettura, tradizioni, accoglienza, bellezza unica: tutto questo è racchiuso nel centro storico, abbarbicato sull’isola unita alla terraferma da un antico ponte seicentesco. Scopri come possono essere le tue vacanze in città vecchia di Gallipoli.

Vacanze_in_città_vecchia_gallipoli

 

Kalè Polis, la città bella

L’etimologia del toponimo deriva dal greco “kalè polis” che significa “città bella”. Sul limitare di Corso Roma, il centro commerciale cittadino più vivace con numerose attività commerciali, si arriva al ponte edificato nel XVII secolo che unisce il porto, il borgo nuovo e la città vecchia di Gallipoli. 

Prima di addentrarsi nel nugolo di viuzze per scoprire l’incantevole centro storico, si deve fare tappa sulla banchina del Seno del Canneto per ammirare la fontana greca, di età rinascimentale con frontone barocco leccese. 

Nelle sue vicinanze vi è la cappella di Santa Cristina, la santa venerata dai pescatori e da tutti i gallipolini, e alle spalle, grande e imponente, la chiesa santuario della Madonna del Canneto. La città di Gallipoli dedica ogni anno sfarzosi festeggiamenti a Santa Cristina, con una tradizionale cuccagna a mare. 

Vacanze_nella_città_vecchia_di_gallipoli

Il centro storico di Gallipoli, cosa vedere

Al di là del ponte, sulla sinistra, proteso per lungo col Rivellino sul Seno di Ponente, vi è il castello angioino risalente al 1552. Tra il ponte e il maniero che pare quasi galleggiante, in mare, oltre alle imbarcazioni, spicca dal pelo d’acqua un’opera moderna e graziosa, in ferro, dedicata al riccio di mare, una ghiottoneria per i salentini doc. 

Nell’antico fossato del castello, a destra del ponte in pietra che sostituisce il vecchio ponte levatoio esistente prima del 1600, verso il centro storico di Gallipoli, basta affacciarsi verso il basso per immergersi nella veracità del mercato del pesce. Qui è possibile anche degustare aperitivi e frutti di mare aperti al momento dai pescatori del posto. 

Lungo le mura del centro storico che circondano l’isola, spuntano i bastioni, oggi perfetti come balconi sul mare da cui godere di panorami da cartolina. In realtà, questi che oggi sono muretti panoramici agevoli per ammirare l’orizzonte, in passato erano alti fino a 2 metri, per prevenire gli attacchi provenienti dal Mar Ionio.

La città vecchia di Gallipoli è incorniciata dal mare, dalle barche dei pescatori, da una lunga passeggiata dove si affacciano le case dei gallipolini, i ristorantini di pesce, i baretti, e dove sfocia, filo dopo filo, il groviglio di stradine che porta nel labirinto per vivere appieno le vacanze in città vecchia di Gallipoli. 

Vacanze_in_città_vecchia_a_gallipoli

Le chiese della città vecchia di Gallipoli, descrizione

Tra le cose da vedere a Gallipoli, wikipedia e qualsiasi altra guida turistica offrono una lunga lista di tappe, tutte imperdibili, nella città vecchia di Gallipoli. Tra queste vi sono, lungo i bastioni e le mura di Gallipoli, in ordine, la Chiesa di San Francesco da Paola con accanto il convento, dalla facciata semplice. 

In successione vi è la Chiesa di Santa Maria della Purità, il più antico sacro ostello della città vecchia di Gallipoli. Risale alla seconda metà del ‘600. La chiesa appartiene alla confraternita degli scaricatori di porto, una delle confraternite più attive e antiche. Da questa chiesa parte una delle processioni più suggestive della settimana santa: quella della Desolata, che si tiene dalle 3 di notte del sabato santo. 

La settimana santa è uno dei periodi più suggestivi per vivere in bassa stagione le vacanze nella città vecchia di Gallipoli. Ai piedi della chiesa della Purità si apre un fazzoletto di sabbia: la bellissima spiaggetta della “puritate” tanto amata dai gallipolini, dove fare il bagno da aprile fino a ottobre, essendo riparata dai venti e soleggiata fino al tramonto. 

Dalla spiaggetta si vede anche l’Isola di Sant’Andrea su cui sorge il faro alto 45 metri, che indica la via ai naviganti. Ci si può arrivare solo ed esclusivamente con guide organizzate dalle associazioni autorizzate, in quanto l’isola è sede di scavi archeologici. Molto interessante anche come meta delle migrazioni degli uccelli. 

L’isola, e accanto lo Scoglio del Campo, sono inseriti nel parco regionale Pizzo - Isola di Sant’Andrea, che arriva via mare fino alla Baia Verde di Gallipoli, il mare più famoso della zona insieme a Punta della Suina e Lido Conchiglie. Continuando il camminamento sui bastioni a Gallipoli centro, si incontra la chiesa di San Francesco d’Assisi.

La chiesa custodisce numerose opere d’arte e per questo è soprannominata il Pantheon Gallipolino. Lungo il periplo della città vecchia di Gallipoli si possono ammirare anche la chiesa dell’Immacolata, di Santa Maria degli Angeli, la chiesa del Crocifisso da cui esce la processione dei misteri alle 18 del venerdì Santo, la chiesa del Rosario e la chiesa delle Anime. 

Nella parte più interna, durante le vacanze in città vecchia di Gallipoli, non bisogna assolutamente perdersi il cuore del centro di Gallipoli dove si trova la chiesa di Sant’Agata, una vera pinacoteca all’interno, e uno splendido esempio di barocco salentino, la cui facciata è stata progettata dal maestro scalpellino Giuseppe Zimbalo. 

Se si risiede qui non si può perdere l’occasione di visitare un vero frantoio ipogeo dove si produceva l’olio, che questa città esportava per secoli fino al nord Europa. 

Sono queste le tappe fondamentali della visita se si trascorrono le vacanze in città vecchia a Gallipoli. Per un soggiorno in totale relax si consiglia di prenotare una casa vacanze che sia adatta ad ogni genere di esigenza e che permetta di godere al meglio tutta la bellezza della città. Ne vale assolutamente la pena.

Condividi: