logo BarbarHouse Case Vacanze
 
logo BarbarHouse Case Vacanze
 

Grecìa Salentina: cosa vedere nel cuore pulsante del Salento

Nel cuore del Salento ne è racchiuso un altro ancora più unico e particolare dove folklore, lingua e tradizioni si fondono

Si tratta della Grecìa Salentina una zona le cui origini affondano nella storia più antica e dove, ancora oggi si parla un dialetto neo-greco chiamato griko: una lingua composta da vocaboli latini ed espressioni del greco moderno che tutt`ora rappresenta una forte unione tra Oriente ed Occidente.

Se ci si chiede cosa vedere della Grecìa salentina si ha solo l`imbarazzo della scelta: Calimera, Carpignano Salentino, Castrignano de’ Greci, Corigliano d’Otranto, Cutrofiano, Martano, Martignano, Melpignano, Soleto, Sternatia e Zollino: sono gli undici comuni che compongono il territorio e che hanno conservato dialetto e tradizioni di origine ellenica dando vita alla bellissima cultura grika. Scopriamo insieme quello che davvero non si può perdere.

grecia_salentina_galatina.jpg

Galatina: cosa vedere di uno dei più bei gioielli del Salento

Un piccolo gioiello al centro del Salento. Galatina, alle porte delle Grecìa Salentina è stata nominata anche da Forbes tra le mete da appuntare per il proprio viaggio in Sud Italia. Ricca di storia e di cultura la città è stata fin dal `500 il centro di una colonia greca appartenente alla contea di Soleto.

Galatina è conosciuta come il paese delle “tarantate”, le donne che ballavano al ritmo di suoni e percussioni per guarire dal morso della taranta.

Galatina è il luogo natale del pasticciotto, il dolce salentino per antonomasia fatto di pasta frolla ripiena di crema pasticcera e cotto in forno. Obbligatoria la tappa alla pasticceria Ascalone per gustare il dolce tipico appena sfornato direttamente da chi lo ha creato.

Ma ciò che cattura immediatamente l`occhio quando si raggiunge il centro storico di Galatina è la sua bellezza storica e barocca. Da non perdere assolutamente la maestosa Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria (XIV sec.) tra le chiese più belle d`Italia, dichiarata monumento nazionale nel 1870. L’architettura, in stile romanico-pugliese, fonde romanico, gotico e bizantino, unendoli a influssi normanni. Ma ciò che lascia davvero a bocca aperta della basilica sono i suoi bellissimi affreschi con cicli pittorici che includono ben 150 scene.

grecia_salentina_melpignano.jpg

Melpignano e la Notte della Taranta

Tra i paesi da toccare assolutamente nel vostro viaggio in Salento c`è sicuramente Melpignano. 

Ad agosto la cittadina si accende con la Notte della Taranta il festival di musica popolare internazionale, tra i più grandi festival folk d`Europa, dedicato alla riscoperta e alla valorizzazione della musica tradizionale salentina e alla sua fusione con altri linguaggi musicali, dalla world music al rock, dal jazz alla musica sinfonica. 

Il Concertone finale di Melpignano nelle ultime edizioni ha coinvolto più di centocinquantamila spettatori ed ha come caratteristica unica la presenza del Maestro Concertatore, di solito un artista di calibro internazionale che viene invitato a reinterpretare i “classici” della tradizione musicale locale aiutato da un gruppo di circa trenta tra i migliori musicisti tradizionali salentini, assieme ad ospiti eccezionali della scena nazionale e internazionale.

grecia_salentina_corigliano.jpg

Martano e Corigliano, culla del griko

Tra i luoghi della Grecìa Salentina che hanno il legame più forte con l`idioma griko troviamo Martano e Corigliano d`Otranto.

Martano è un borgo ricco di storia, con il suo Castello posizionato proprio al centro del paese e circondato da case a corte e palazzi nobiliari, come palazzo Andrichi e Moschettini. All`interno di un territorio tutto da scoprire c`è inoltre il più alto monolite della Puglia, il Menhir del Teofilo.

A poca distanza da Martano troviamo poi Corigliano d`Otranto e il suo famoso Castello de` Monti che ospita tra gli altri il Museo Multimediale della Grecia Salentina. Il bel monumento cinquecentesco merita una visita approfondita. Con il suo impianto medievale, circondato da un fossato ai cui angoli sorgono quattro maestosi torrioni circolari. D`estate il castello ospitata tantissime iniziative legate all`arte, alla cultura e alla musica per i quali accorrono migliaia di visitatori ogni anno e che animano questa cornice di vita nuova. Tutto il borgo è un piccolo gioiello da visitare perdendosi tra le viuzze del centro storico che nascondo scorci di autentica bellezza.

Lasciarsi affascinare dai luoghi più nascosti del Salento, lontani dal caos delle spiagge più frequentate è davvero semplice. L`ideale per raggiungere con facilità questi posti incantati è trovare una casa vacanza in salento

Le soluzioni Barbarhouse si connotano per la posizione strategica che permette di rimanere in stretto contatto con il territorio e di godersi la storia della Grecìa Salentina.

Condividi: